NEWS

Trentino digitale. La Giunta faccia chiarezza sulle dimissioni del presidente Soj

Dichiarazioni dei segretari generali di Cgil e Cisl, Andrea Grosselli e Michele Bezzi con i segretari di Fiom e Fim, Aura Caraba e Luciano Remorini

Desta sconcerto la notizia delle dimissioni del presidente di Trentino Digitale, Roberto Soj , a seguito di una questione giudiziaria. Soj, a quanto si apprende dal Corriere della Sera, è stato condannato in primo grado per la bancarotta della società Aipa, Agenzia italiana pubblica amministrazione . E’ necessario che la Giunta provinciale chiarisca subito se un anno fa era a conoscenza di questa pendenza giudiziaria e se lo era, come è plausibile, perché ha deciso di procedere decapitando gli allora vertici della società con un procedimento al limite della legittimità. Siamo di fronte ad un atto grave commesso con spregiudicatezza e irresponsabilità da parte del presidente Fugatti e dell’assessore Spinelli che a questo punto devono assumersi la responsabilità politica di quanto accaduto.
A causa della loro scelta Trentino Digitale è stata trascinata in una situazione di totale immobilismo: la società che dovrebbe occuparsi dell’innovazione e della digitalizzazione della nostra provincia ad oggi non ha ancora un direttore generale e non ha un piano industriale, per le conseguenze di quel repentino quanto ingiustificato cambio ai vertici. Siamo all’ennesimo esempio di gestione improvvisata, le cui pesanti conseguenze ricadono sulla nostra collettività.

 

 

TORNA SU