NEWS

Controlli cantieri. Bertolini (Fillea Cgil): “Contro le irregolarità serve anche la riforma degli appalti”

Le ispezioni in Valsugana svelano diverse irregolarità nei cantieri della zona. Bertolini: “I controlli garantiscono più sicurezza e una concorrenza leale tra le imprese”.

Controlli cantieri. Bertolini (Fillea Cgil): “Contro le irregolarità serve anche la riforma degli appalti”«I controlli in Valsugana provano, ancora una volta, che le irregolarità rispetto alle norme di sicurezza sono un'abitudine diffusa. Per sconfiggere la piaga degli infortuni bisogna partire dal buon lavoro degli ispettori il cui organico deve essere potenziato. Come sindacato facciamo la nostra parte, con campagna mirate per diffondere il rispetto delle norme di sicurezza. Ma finché la sensibilità non si sarà radicata tra i lavoratori e le imprese, i controlli a tappeto sono indispensabili». Per Massimo Bertolini, segretario della Fillea, il sindacato degli edili Cgil, è questa la ricetta per limitare gli infortuni sul lavoro. «Oggi – prosegue Bertolini - è indispensabile rendere più agevoli il controllo degli enti ispettivi e l'adeguamento di tutti i cantieri alle norme antinfortunistiche. Per questo chiediamo con forza che la riforma degli appalti, già concordata al tavolo concertativo tra Provincia, imprese e sindacati, sia portata al più presto in consiglio provinciale per essere approvata. Al suo interno infatti sono contenute nuove norme che rendono più facile e immediato il controllo della regolarità dei rapporti di lavoro e del rispetto delle norme di sicurezza. Non si tratta di provvedimenti macchinosi o penalizzanti per le imprese. Semmai sono una garanzia in più per gli imprenditori onesti, la stragrande maggioranza in Trentino, che competono sul mercato senza lesinare sulla sicurezza dei propri lavoratori». 18 ottobre 2007

 

 

TORNA SU