NEWS

Federconsumatori. “Con la filiera corta si risparmia il 50%”

Conferenza stampa congiunta con la Coldiretti. Presentata una raccolta di firme contro gli ogm. La Federconsumatori lancia una campagna per promuovere i farmaci “non griffati”.

Federconsumatori. “Con la filiera corta si risparmia il 50%”Il conto della spesa alimentare pesa sempre di più sui bilanci delle famiglie italiane. Lo denunciano Federconsumatori e Coldiretti, che in una conferenza stampa, hanno lanciato la proposta della filiera corta, ossia la diffusione di mercatini rionali per la vendita dei prodotti alimentari direttamente dal produttore al consumatore. Per le due associazioni, rappresentate per l'occasione da Pasquale de Matthaeis (Federconsumatori) e da Ezio Dandrea (Coldiretti), ogni famiglia italiana spende in media 467 euro al mese per l'acquisto di bevande ed alimenti, in particolare per la carne (105 euro), frutta e verdura (84 euro), pane e pasta (79 euro) e latte, uova e formaggi (64 euro). Ma chi guadagna di più sulla spesa degli italiani? Secondo uno studio della Coldiretti solo il 19 percento della spesa media per cibi e bevande finisce nelle tasche delle imprese agricole. Il 51 percento se lo accaparranno la grande distribuzione e il commercio mentre il rimanente – circa il 30 percento – va all'industria alimentare. In pratica, ribadiscono Federconsumatori e Coldiretti, per limitare l'aumento del costo della spesa e per offrire ai consumatori prodotti a prezzi non proibitivi, vale la pena puntare su un filiera commerciale corta che avvicini i consumatori ai produttori. Per questo le due associazioni chiedono venga estesa su tutto il territorio provinciale l'esperienza dei mercatini dove i produttori agricoli possano direttamente offrire la propria merce ai cittadini senza ulteriori passaggi. Insieme a Coldiretti, Federconsumatori lancia anche l'iniziativa “Liberi dagli Ogm”, una consultazione tra i cittadini italiani sugli organismi geneticamente modificati. Si tratta di una via di mezzo tra il referendum e la raccolta di firme: i cittadini fino al 15 novembre potranno dire sì o no al bando degli Ogm nelle produzioni agroalimentari. A livello nazionale si attendono almeno 3 milioni di sottoscrizioni. Infine de Matthaeis ha presentato una campagna informativa sul uso appropriato dei farmaci. La campagna è promossa dall'Agenzia nazionale per i farmaci e punta anche a promuovere tra i cittadini l'utilizzo dei farmaci generici, quelli non “griffati” e che per questo costano meno. In occasione dei mercati di Trento, Rovereto, Borgo e Riva del Garda i volontari di Federconsumatori distribuiranno nelle prossime settimane una guida gratuita sul buon utilizzo dei farmaci. Si comincia da Rovereto il 16 ottobre prossimo in via Mazzini, angolo via Scuole e a Trento al 18 ottobre in piazza Pasi. 12 ottobre 2007

 

 

TORNA SU