NEWS

Whirlpool. Demozzi (Fiom Cgil): “Approvata l'ipotesi di rinnovo”.

A Spini hanno votato in 366. Il 96% a favore. Investimenti per 99 mln di euro entro il 2008 nei cinque stabilimenti italiani. Una tantum di 200 euro a settembre. Dal 2008 nuove norme sul premio di risultato.

Whirlpool. Demozzi (Fiom Cgil): “Approvata l'ipotesi di rinnovo”.Hanno votato in 366 dando il via libera, con il 96 percento di sì, al nuovo contratto aziendale. E' l'esito della consultazione delle lavoratrici e dei lavoratori della multinazionale americana che il 24 e 25 luglio hanno approvato l'ipotesi di accordo per il rinnovo del contratto integrativo di secondo livello, siglato qualche settimana fa da Fiom Cgil, Fim Cisl e Uilm Uil. «Ringraziamo – commenta Milena Demozzi, segretaria della Fiom del Trentino – le lavoratrici e i lavoratori che hanno partecipato al voto. La partecipazione democratica rafforza infatti l'opera delle organizzazioni sindacali e dà più potere contrattuale anche ai lavoratori». Nel complesso, nei cinque stabilimenti del gruppo Whirlpool in Italia hanno votato in oltre 5mila con una percentuale di approvazione del 92 percento. «Grazie a questo accordo – spiega Demozzi – le lavoratrici e i lavoratori del gruppo riceveranno a settembre una una tantum di 200 euro cui si aggiungerà il premio di risultato. Invece a partire dall'anno prossimo verranno modificate le modalità di computo dello stesso premio. Il valore base partirà da mille euro annui con l'aggiunta di una quota ulteriore di 720 euro medi al parametro 1, legata ad indicatori di qualità e produttività. Complessivamente il premio di risultato potrà superare i 2mila euro annui». Nel calcolo del premio non verranno più computate come assenze i periodi di ricovero ospedaliero e convalescenza, né quelli per patologie gravi. Il gruppo Whirlpool, entro il 2008, intende poi investire negli stabilimenti italiani oltre 99 milioni di euro finalizzati alla ricerca, all'innovazione, ai nuovi prodotti e alla loro conseguente industrializzazione. «Inoltre – conclude la segretaria della Fiom – l'intesa riconosce il rapporto di lavoro a tempo indeterminato come forma contrattuale di riferimento per l'azienda. Gli unici contratti temporanei saranno quelli a termine e in somministrazione. Vengono quindi esclusi i contratti di lavoro parasubordinato previsti dalla legge 30». 26 luglio 2007

 

 

TORNA SU