NEWS

Pacchetto famiglia. Al via le richieste per l'assegno regionale.

Le richieste, corredate dalla certificazione Icef, vanno presentate ai patronati entro il 31 dicembre.

Pacchetto famiglia. Al via le richieste per l'assegno regionale.15.461 famiglie beneficiarie per 17,8 milioni di euro stanziati pari a circa 1.100 euro annui di contributo integrativo a famiglia. Sono i numeri dell'assegno regionale al nucleo familiare, il cosiddetto “pacchetto famiglia” introdotto dalla legge regionale 1 del 2005. Dal 1° luglio è possibile presentare le domande per il 2008. «Esercitare il diritto all'assegno integrativo regionale – spiega Enzo Tomasi, direttore del patronato Inca Cgil – è fondamentale per garantire un reddito aggiuntivo alle famiglie più deboli. Dopo il primo anno di attivazione, con il 2008 si va a regime ed è bene che tutti i cittadini siano a conoscenza di quest'opportunità. Il meccanismo è semplice. Basta fissare un appuntamento con il patronato dove si può compilare la domanda allegando la certificazione Icef». Oltre alla certificazione della condizione economica, da richiedere ai Caaf e valida poi anche per il trasporto pubblico scolastico, per il prolungamento d'orario della scuola per l'infanzia e per le mense scolastiche, i requisiti per ricevere l'assegno sono la presenza di almeno due figli minorenni o di un minorenne disabile ed essere residenti da cinque anni. «La Cgil – chiarisce Tomasi – si aspetta modifiche a questi vincoli, soprattutto quello per la residenza. Cinque anni sono troppi. Ne chiediamo l'abolizione o almeno una sostanziale riduzione». Per Paolo Burli, segretario organizzativo della Cgil, il pacchetto famiglia e l'estensione dell'Icef come strumento di equità delle tariffe, vanno nella giusta direzione. «Ma – denuncia il sindacalista – servono più controlli sulle dichiarazioni Icef. Altrimenti c'è il rischio che la Provincia sostenga chi evade le tasse. E' ora che l'amministrazione si doti di una struttura ad hoc per aumentare le verifiche». Come detto, per il 2007 i fondi stanziati dalla Provincia di Trento sul bilancio regionale hanno sfiorato i 18 milioni di euro. 87, 2 percento delle famiglie beneficiarie sono composte da due genitori per un assegno medio annuo di 1.094 euro. Le mille famiglie con un solo genitore che hanno presentato domanda hanno ricevuto in media 1.274 euro per il 2007. Per le famiglie con un figlio disabile l'assegno annuo si è attestato intorno ai 2.500 euro. Per quanto riguarda la distribuzione sul territorio provinciale delle famiglie beneficiarie, 3 mila sono residenti a Trento città, 2.555 in Valsugana, 2.750 a Rovereto e Vallagarina, 1.338, infine, nell'area del Garda e della val di Ledro.

 

 

TORNA SU