NEWS

Scuola. Immissioni in ruolo, il comunicato sindacale.

Giovedì 14 giugno, il Servizio istruzione della Provincia autonoma di Trento ha fornito alle OO.SS. le informazioni relative alle assunzioni a tempo indeterminato per l'anno scolastico 2007-08. La delibera verrà approvata dalla Giunta venerdì prossimo e le operazioni di nomina saranno fatte, probabilmente, nel mese di luglio come l'anno scorso. Nel merito della comunicazione la FLC CGIL ha manifestato la sua contrarietà in quanto i contingenti previsti (circa 206 posti) sono perfino inferiori al numero di docenti collocati a riposo. Non solo; l'amministrazione ha affermato che con la nomina dei 206 contratti a tempo indeterminato il rapporto tra posti in organico e docenti a tempo indeterminato sale, nelle scuole primarie, dal 92% al 93%. La FLC CGIL ha chiesto ragione di questo paradosso, per cui ad un ingresso a tempo indeterminato in quantità inferiore alle uscite per pensionamento, corrisponde un aumento della percentuale dei tempi indeterminati. La risposta a nostro avviso può esserci solamente con una diminuzione dell'organico complessivo, sempre negata. Per questo abbiamo chiesto ulteriori approfondimenti sui numeri. L'assessore ha fatto un'altra affermazione; egli sostiene che la non totale copertura del turn-over è determinata dalla volontà dell'amministrazione di mantenere costante nel tempo il numero di contrattia atempo indeterminato, per cui anche negli anni futuri ci saranno circa 200 immissioni in ruolo. Ora, a parte la difficoltà di comprendere come sia possibile mantenere un tale impegno senza avere la certezza dei numeri, tale affermazione non è sostenuta da impegni scritti. La FLC CGIL chiede,quindi, di precisare per iscritto e formalmente tale impegno. Fatte queste premesse, la informazione ha anche fornito i criteri seguiti per l'individuaione dei numeri nei diversi ordini scolastici e nelle diverse classi di concorso. Le diverse tipologie di insegnamento sono state divise in due fasce. Quella dove attualmente i posti a tempo indeterminato sono superiori al 92% dei posti in organico e quella dove sono inferiori al 92%. Per la prima verranno proposti il 30% dei posti vacanti, per la seconda il 50%. Con questi criteri ci saranno approssimativamente (verrano precisati in delibera) 47 posti alle scuola primaria (10 sul sostegno); 88 nella scuola media (13 sostegno), 73 nella scuola secondaria di secondo grado. Si ricorda che i posti in organico non corrispondono ai docenti di ruolo in servizio, in quanto alcuni risultano non disponibili pur in assenza del titolare in permesso sindcale, politico, amministrativo, utilizzato in compiti connessi all'istruzione (ad esempio musei o IPRASE), in assegnazione provvisoria in altra provincia, in aspettativa per vari motivi (familiari, dottorato di ricerca, ecc). Per ulteriori precisazioni di invitano gli interessati a telefonare in ufficio: dal lunedì al giovedì a Trento (0461303958), il venerdì a Rovereto(0464 421057, chiedere di Cinzia).

 

 

TORNA SU