NEWS

Pensionati. Cgil, Cisl e Uil: “Pensioni dignitose per non emarginare gli anziani”.

Stamane presidio di Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilp Uil. Incontro con Alessio Giustiniani, vicario del commissario del governo, al quale i sindacati hanno consegnato una missiva per il presidente Prodi.

Pensionati. Cgil, Cisl e Uil: “Pensioni dignitose per non emarginare gli anziani”.Sono scesi in piazza stamane i pensionati di Cgil, Cisl e Uil per chiedere a Prodi di mettere al centro dell'azione del governo la questione anziani. Davanti al commissariato del governo in via santa Croce erano in una cinquantina a manifestare. Il primo obiettivo dei sindacati è quello di mettere un freno alla perdita del potere d'acquisto delle pensioni per non emarginare gli anzini nel nostro Paese. «In questi ultimi anni – spiega Giuliano Rosi, segretario Spi Cgil – il valore reale delle pensioni si è ridotto del 30%. Più di 8 milioni di pensionati vivono con assegni inferiori a 700 euro al mese. Per questo le pensioni non vanno tagliate, semmai serve un aumento significativo. Ma dal governo ci aspettiamo anche una seria politica di sostegno ai non autosufficienti e il taglio dei ticket sanitari». Al termine della manifestazione una delegazione dei tre sindacati dei pensionati ha consegnato al vicario del commissario del governo, Alessio Giustiniani, una lettera indirizzata al presidente del consiglio Romano Prodi al quale i pensionati chiedono di attivarsi al più presto per dare risposte alla popolazione anziana del Paese, coinvolgendo le organizzazioni sindacali nella definizione delle misure necessarie a questo scopo. 20 aprile 2007

 

 

TORNA SU