NEWS

Telecom. Piccoli azionisti all'assemblea del 16 aprile.

Federconsumatori e Lega Consumatori invitano gli azionisti a chiedere la delega alla propria banca. Il 10 aprile riunione in Cgil.

Telecom. Piccoli azionisti all'assemblea del 16 aprile.«Vogliamo dare voce ai piccoli azionisti. Federconsumatori e Lega Consumatori trentine saranno presenti all'assemblea Telecom del 16 aprile. Nulla è scontato. Quel che è evidente è che la guerra tra i giganti della finanza e tra i diversi interessi economici in gioco si sta combattendo sulla pelle degli azionisti. Le ultime notizie che giungono da Milano ci preoccupano. Per questo è importante che chi possiede quote di Telecom si unisca e partecipi attivamente». Stamane, in una conferenza stampa presso la Cgil del Trentino, Pasquale de Matthaeis di Federconsumatori e Barbara Maseri di Lega Consumatori Acli hanno rilanciato il messaggio che da qualche mese vanno diffondendo tra gli azionisti trentini del colosso nazionale di tlc: unirsi per contare. Ed hanno precisato le modalità con cui gli azionisti possono delegare le associazioni dei consumatori a rappresentarli all'assemblea di Rozzano (MI). Per delegare o partecipare direttamente ogni azionista deve rivolgersi alla banca dove sono depositate le proprie azioni Telecom e richiedere che la banca stessa invii a Telecom Italia le informazioni necessarie a consentire la partecipazione dell'azionista all'Assemblea. Si tratta della comunicazione di intervento in assemblea che, oltre ad essere inviata a Telecom, deve essere rilasciata in originale all'azionista. Il documento ha come oggetto “la conferma della partecipazione al Sistema di Gestione Accentrata Monte Titoli da parte del titolare di azioni Telecom”. Una volta in possesso di questo documento in originale, sullo stesso il risparmiatore potrà indicare chi intende delegare a partecipare e a votare all'assemblea del prossimo 16 aprile. «I tempi sono strettissimi – spiegano de Matthaeis e Maseri – e quindi invitiamo tutti gli azionisti trentini a rivolgersi prima possibile alla propria banca per espletare tutte le formalità. I dati vanno inviati a Telecom entro giovedì». I rappresentanti delle due associazioni dei consumatori hanno anche annunciato di aver già raccolto l'adesione informale al Comitato Telecom trentino di almeno 50 azionisti in Trentino per un totale di più di 100 mila quote. Martedì 10 aprile alle 20.30, presso la Cgil in via Muredei 42 a Trento, si terrà un'assemblea di tutti gli azionisti trentini, aperta anche a coloro che non hanno ancora aderito al Comitato. L'incontro servirà a stabilire la strategia da tenere durante l'assemblea di Telecom. «In questo momento – confermano le associazioni dei consumatori – non c'è una linea predefinita anche considerati i grandi movimenti degli azionisti istituzionali e le polemiche tra i manager del gruppo. La situazione può cambiare da un momento all'altro. Siamo comunque in contatto con i gruppi di piccoli azionisti che si stanno organizzando in tutta Italia. Qualcuno di questi chiede che la società non distribuisca dividenti quest'anno e, seguendo l'esempio di Fiat, usi parte degli utili d'esercizio per ridurre il debito e contribuire così ad aumentare il valore delle azioni. Ma oggi decisione verrà presa insieme. Se gli azionisti trentini hanno intenzione di partecipare direttamente metteremo loro a disposizione anche un pullman». Quando ieri sera la borsa di Milano ha chiuso i battenti, le azioni Telecom valevano 2,427 euro ciascuna contro i 4,175 del 2001 quando il timone passo a Tronchetti Provera. Ma il dato più preoccupante è il debito che ha raggiunto i 41 miliardi di euro, rispetto agli 8 miliardi di indebitamento del 1999. Nonostante questo buco, come ha dimostrato uno studio della Cgil di Milano, nel periodo 1999-2006 la società ha distribuito agli azionisti dividendi per 22 miliardi di euro a fronte di utili per 12,3 miliardi di euro. Intanto è mutata anche la natura dell'indebitamento di Telecom che dalle banche è stato trasferito al mercato grazie all’emissione di bond per una cifra pari a quasi 32 miliardi. Attualmente Telecom Italia occupa 84.695 persone, di cui 70.637 persone in Italia. Per informazioni e chiarimenti è possibile contattare la Federconsumatori (tel. 0461 303992) e la Lega Consumatori Acli (tel. 335 6435827). 6 aprile 2007

 

 

TORNA SU