NEWS

Acqua-gas. Filcem Cgil: “Rinnovato il contratto nazionale”

In Trentino l'intesa che riguarda circa 200 lavoratori tra Trentino Servizi ed Enel, porterà aumenti medi di circa 105 euro al mese. Ora la parola passa ai lavoratori.

Acqua-gas. Filcem Cgil: “Rinnovato il contratto nazionale”
Sono circa 200 i lavoratori in Trentino che, operando nel comparto acqua-gas (per lo più per Trentino Servizi ed Enel), riceveranno in media 105 euro mensili di aumento grazie all'ipotesi di rinnovo del contratto nazionale siglata a Roma venerdì scorso tra i sindacati di categoria e le associazioni degli imprenditori del settore. Il contratto era scaduto il 31 dicembre 2005. Ora i 50.000 lavoratori del settore in Italia saranno chiamati ad approvare l'intesa. «Dopo quindici mesi di difficili trattative – dichiara soddisfatto Fernando Salzano che per la Filcem Cgil del Trentino segue il comparto acqua-gas – e venti ore di sciopero abbiamo siglato un contratto di grande significato. Non solo è stato tutelato il potere d'acquisto dei salari, ma verrà introdotta una clausola sociale affinché sia garantita la continuità occupazionale indipendentemente dal gestore che acquisisce in gara la concessione per la distribuzione del gas». L'intesa mette un argine alla precarietà introdotta dalla legge 30 in quanto per attivare nuovi contratti di apprendistato ogni azienda dovrà dimostrare di aver confermato in servizio almeno l'82% di quelli precedenti. Inoltre verranno ricontrattati i rapporti di lavoro atipico per trasformarli in contratti di lavoro dipendente a tempo indeterminato. Infine viene istituito l'Osservatorio nazionale sulla salute, la sicurezza e l'ambiente. «Nei prossimi giorni – conclude Salzano – organizzeremo anche in Trentino le assemblee dei lavoratori per discutere ed approvare l'ipotesi di intesa». 11 marzo 2007

 

 

TORNA SU