NEWS

Bollette Trenta. Continua la raccolta delle bollette anomale.

Nei prossimi giorni Federconsumatori del Trentino incontrerà i vertici di Trenta.

Sono decine i consumatori che si sono rivolti a Federconsumatori per contestare le bollette elettriche anomale di Trenta, la società commerciale di Trentino Servizi. Ma l'associazione attenderà ancora qualche giorno prima di chiudere la campagna di raccolta delle bollette per permettere ai cittadini che non l'avessero ancora fatto di sporgere reclamo contro Trenta. Nei mesi scorsi infatti molti trentini si sono visti recapitare bollette che superavano i mille euro. Il problema è nato quando la commercializzazione dell'energia elettrica è passata da Enel a Trenta. La società di Trentino Servizi, dopo la lettura dei contatori, aveva addebitato a molti utenti i conguagli dovuti a Enel, da pagare in un unica soluzione e al costo tariffario attuale. “Abbiamo chiesto a Trenta – spiega Pasquale de Matthaeis – di sanare non solo le singole posizioni, ma di trovare una soluzione più equa individuando una modalità uguale per tutti. Ci sembrava e ci sembra del tutto improprio che Trenta applichi le tariffe attuali a consumi di qualche anno fa. Ma Trenta si è sempre rifiutata.” A breve però, conferma de Matthaeis, si dovrebbe tornare al confronto. Nei prossimi giorni è infatti in programma un incontro tra Federconsumatori e i vertici di Trenta per trovare un accordo. Intanto Federconsumatori sollecita gli utenti trentini che avessero ricevuto nei mesi scorsi bollette elettriche anomale a rivolgersi all'associazione. “Prima dell'incontro con Trenta – afferma de Matthaeis – vogliamo raccogliere il maggior numero di bollette anomale da sottoporre ai vertici dell'azienda.” Per contattare Federconsumatori basta telefonare al centralino Cgil (0461 303911) o al numero 0461 303992. Lo sportello Federconsumatori è invece aperto al pubblico il lunedì e il venerdì dalle 9 alle 10, il mercoledì dalle 16.30 alle 18, presso la Cgil (via dei Muredei, 8 – primo terra). 3 gennaio 2007

 

 

TORNA SU