NEWS

Ortofrutta. Flai Cgil e Fai Cisl: “Iniziative congiunte con Melinda e Provincia per superare la crisi”

Incontro presso l'assessorato all'agricoltura. Mellarini disposto ad attivare un tavolo tecnico di confronto con il consorzio noneso.

Ortofrutta.  Flai Cgil e Fai Cisl: “Iniziative congiunte con Melinda e Provincia per superare la crisi”
Incontro stamane tra Flai Cgil, Fai Cisl e l'assessore provinciale all'agricoltura Tiziano Mellarini. L'appuntamento era stato sollecitato da Stefano Montani, Enzo Gasperini e Orietta Menapace per la Cigl e da Tiziano Faes per la Cisl, per affrontare la crisi occupazione che ha investito il settore dell'ortofrutta ed in particolar mondo il consorzio Melinda. “Abbiamo presentato a Mellarini – dichiarano in una nota i sindacalisti – le nostre preoccupazioni rispetto alle dinamiche del comparto. Quest'anno è stato registrato un calo della produzione di mele in val di Non. Ma ciò non è sufficiente per giustificare i tagli agli occupati e il rischio che molti stagionali vedano sgonfiarsi drammaticamente le buste paga a fronte di un calo delle giornate di lavoro.” Attualmente sono circa 690 i dipendenti stagionali con diritto alla riassunzione del consorzio Melinda, impiegati nelle cinque sale di lavorazione. Percepiscono 8,4 euro l'ora comprensive di tredicesima, quattordicesima e ferie e vengono retribuiti solo in base alle giornate di lavoro effettivo. Fatti due conti, riescono a guadagnare circa 900 euro mensili. “Per questi lavoratori – spiegano Montani e Faes - il rischio di una diminuzione delle giornate lavorative è alle porte. Ma c'è anche il problema dei circa 250 posti di lavoro stagionali persi a causa della chiusura di due magazzini di Melinda.” L'assessore ha preso atto delle preoccupazioni di parte sindacale e si è detto disposto ad attivare un tavolo tecnico di confronto tra sindacati, Provincia e Melinda. “Il nostro obiettivo – confermano i sindacalisti - è quello di mettere in campo iniziative congiunte capaci di superare la crisi contingente e garantire prospettive di sviluppo al settore.” 23 gennaio 2007

 

 

TORNA SU