NEWS

Sciopero stagionali dell'agricoltura: adesioni al 90%

Stamani oltre 300 lavoratrici hanno manifestato davanti al Commissariato del Governo contro i tagli alle indennità di disoccupazione

Sciopero stagionali dell'agricoltura: adesioni al 90%In provincia ha raggiunto il 90% l’adesione allo sciopero di otto ore degli stagionali dell’agricoltura, proclamato a livello nazionale dai sindacati di categoria per protestare contro i tagli alle indennità di disoccupazione agricola contenuti nella Finanziaria 2005 del governo Berlusconi. Il provvedimento, che comporta una diminuzione del reddito pari a 600-800 euro annui, riguarda in Trentino circa 2000 dipendenti impiegati nei magazzini dell’’ortofrutta, in netta prevalenza donne. In mattinata a Trento oltre 300 lavoratrici hanno manifestato davanti al palazzo del Commissariato del Governo, chiedendo a gran voce il ritiro della misura. «In assenza di risposte positive da parte dell’esecutivo e della maggioranza – commenta il segretario generale della Flai Cgil del Trentino Stefano Montani – siamo pronti a passare a forme di lotta eclatanti, perché è indecente che si colpiscano i redditi della parte più debole e precaria del mondo del lavoro per finanziare una riduzione fiscale che avvantaggia solo i più ricchi». La manifestazione di Trento, sottolinea Montani, «ha dimostrato una determinazione fortissima, con la voglia di continuare fino a quando non saranno raggiunti dei risultati concreti». Conclude il segretario Flai Cgil: «Spiace registrare la mancata solidarietà alle lavoratrici da parte dell’assessore provinciale Mellarini, che pure avevamo provato a contattare nei giorni scorsi. A differenza di quanto fatto dai colleghi di molte province italiane, il nostro assessore ha scelto di rimanere in silenzio. E’ una decisione incomprensibile, visto che la scelta del governo produce effetti davvero drammatici per le persone che operano nell’agricoltura trentina».

 

 

TORNA SU