NEWS

Luxottica. Firmato il rinnovo contrattuale del gruppo.

A Belluno sottoscritto l'accordo che estende il part time, aumenta le indennità di flessibilità e introduce quella per turni. Patto per l'avvio della stabilizzazione dei lavoratori precari.

Luxottica. Firmato il rinnovo contrattuale del gruppo.È stato siglato ieri a Belluno presso la sede di Confindustria il rinnovo del contratto collettivo del gruppo Luxottica, scaduto alla fine del 2005, che interessa anche i 600 lavoratori dello stabilimento di Rovereto. “Il negoziato è stato tormentato” spiega Mariano Campana della Filtea Cgil del Trentino. “Ma alla fine siamo riusciti a garantire un'estensione del part time, la diminuzione delle ore di flessibilità tempestiva e l'introduzione di un'indennità per il lavoro su turni che l'azienda vorrebbe adottare nel corso del 2007. Il risultato è alla fine soddisfacente e anche per questo ringrazio i delegati dello stabilimento di Rovereto che hanno partecipato alla trattativa.” Nello specifico, entro il luglio 2008 la percentuale dei part time salirà dall'attuale 13,5 al 15. Le ore di flessibilità tempestiva passeranno da 96 a 80 nel 2008 con una retribuzione più alta rispetto al contratto nazionale. Anche la futura indennità di turno sarà più vantaggiosa per i lavoratori rispetto a quella prevista dal contratto nazionale. Cambierà anche il sistema di calcolo del premio di risultato che verrà quantificato partendo dall'utile operativo lordo. “Intanto – spiega Campana – il premio di quest'anno sarà più alto di quello del 2005, anche perché l'azienda ha deciso di concedere a tutti i dipendenti una liberalità di circa 200 euro. Ma prevediamo che con il nuovo calcolo il premio 2007 sarà ancora più significativo.” Inoltre l'accordo prevede l'istituzione di commissioni paritetiche per il controllo e la verifica dei sistemi di sicurezza, dell'organizzazione di lavoro e dei turni, delle mense aziendali e dei trasporti. Ma non solo “Entro febbraio 2007 – annuncia Campana – la Luxottica si è impegnata ad aprire il confronto con i sindacati sulla stabilizzazione dei lavoratori a tempo determinato e intermittenti.”

 

 

TORNA SU