NEWS

Situazione insostenibile alla Rsa di Cles

Lavoratori e lavoratrici chiedono un confronto con la dirigenza per migliorare le condizioni di lavoro e il servizio agli utenti

L’assemblea delle lavoratrici e dei lavoratori della RSA S. Maria di Cles, riunitasi il giorno 5 dicembre, ha constatato il costante peggioramento delle condizioni di lavoro e di qualità di vita e di relazione degli ospiti all’interno dell’Ente. La revisione dei turni di lavoro per i reparti non assistenziali in nome di una standardizzazione degli stessi, l’appalto esterno di parte della lavanderia e ulteriori discutibili scelte gestionali hanno portato un peggioramento notevole delle condizioni di lavoro dei relativi reparti, con svilimento delle professionalità anche a discapito degli ospiti stessi. A questo deve aggiungersi la preoccupazione per l’esodo di figure apicali dell’Ente che ha privato i lavoratori di indispensabili punti di riferimento professionale e relazionale. I lavoratori chiedono la riapertura di un dialogo per ripristinare tempi, modalità e orari di lavoro più consoni e funzionali alle esigenze degli utenti delle strutture e alla valorizzazione della professionalità dei dipendenti. Fp Cgil - Fps Cisl - Uil enti locali

 

 

TORNA SU