NEWS

Whirlpool. “La vendita dei terreni è un errore”

Fiom Cgil e Uilm Uil protestano contro l'operazione immobiliare che porterà nelle casse dell'azienda 12 milioni di euro. "Intanto l'integrativo aziendale è scaduto"

Whirlpool. “La vendita dei terreni è un errore”I Segretari provinciali di FIOM e UILM del Trentino unitamente al consiglio di fabbrica dello stabilimento Whirlpool di Trento esprimono disappunto per la cessione dell’ultima tranche del terreno adiacente lo stabilimento. Con questa operazione infatti viene definitivamente meno la possibilità di un ampliamento diretto o indiretto dello stabilimento trentino. Inoltre l'introito di ben 12 milioni di euro derivato dalla vendita del terreno stride con le continue dichiarazioni dei vertici del gruppo e di quelli trentini che tentano di giustificare il mancato rinnovo del contratto di gruppo, la cui trattativa langue, e gli insufficienti interventi di adeguamento della struttura, come più volte denunciato dalla Rsu, con la mancanza di risorse economiche. “Non c’è che dire: una bella operazione volta a rafforzare le prospettive future del sito trentino”, commentano ironicamente i due segretari trentini dei metalmeccanici.

 

 

TORNA SU