NEWS

Tavolo negoziale per i precari dei musei trentini

La vicepresidente Cogo si impegna a garantire più diritti e tutele ai co.co.co.

Tavolo negoziale per i precari dei musei trentiniROVERETO. L’incontro con Margherita Cogo ha dato una prospettiva ai “precari” dei musei: l’assessore provinciale alla cultura ha infatti sottoscritto un documento d’intenti assieme alla Cgil, che dei problemi dei “collaboratori” del Mart si è fatta carico da tempo, impegnandosi ad avviare entro novembre un tavolo negoziale che ha l’obiettivo di arrivare a un accordo valido per tutti i collaboratori di strutture museali della provincia entro il 31 gennaio 2007. Soddisfatto Franco Ianeselli (Cgil), che commenta: «Stavolta pare proprio che ci sia la volontà di arrivare a una soluzione. Certo, è un inizio. Ma rimane aperto il problema dei cosiddetti “collaboratori”, una forma intollerabile di precariato che lede i diritti elemantari dei lavoratori. Quello che serve, a nostro parere, è un accordo quadro che dia nuovi diritti e nuove tutele ai lavoratori, cui vanno garantiti malattie, ferie e l’acquisizione di punteggi in graduatoria. La Cogo si è impegnata, ma la competenza diretta è di Dellai». L’appello, ora, è agli altri sindacati: «Serve l’unità di intenti tra le varie forze sindacali su un problema importante come la precarietà»

 

 

TORNA SU