NEWS

Assistenza sociale. Olivieri (Fp-Cgil): “Gli operatori socio sanitari chiedono la riqualificazione”

Hanno frequentato corsi di formazione e sono diventati operatori socio-sanitari. Sono gli assistenti delle Ipab, dei Comprensori e dei comuni di Trento e Rovereto.

Assistenza sociale. Olivieri (Fp-Cgil): “Gli operatori socio sanitari chiedono la riqualificazione”Gli operatori socio assistenziali (Osa) di Ipab, Comprensori, Comune di Trento e Rovereto che nel corso degli anni hanno frequentato specifici corsi di formazione, sono diventati operatori socio sanitari (Oss). Hanno in mano il diploma, ma non sono ancora stati inquadrati al giusto livello. I soldi per l'adeguamento economico sono stati stanziati a luglio dall'assessore Andreolli per i dipendenti delle Ipab. Un impegno nella stessa direzione i sindacati lo hanno strappato al Presidente Dellai e all'assessore Dalmaso lo scorso 9 ottobre per gli assistenti domiciliari dei Comprensori e di Trento e Rovereto. Oggi l'assemblea dei delegati di Fp Cgil, Fps Cisl e Uil Fpl del comparto assistenza ha denunciato il mancato adeguamento dei salari e dei livelli, chiedendo un intervento immediato prima dell'avvio delle trattative per il rinnovo del contratto provinciale, scaduto già nel 2005. “La situazione è grave” spiega Michele Olivieri della Funzione pubblica CGIL. “Si tratta di quasi 2.000 lavoratori che negli anni si sono conquistati un avanzamento di qualifica. È ora che gli impegni assunti dalla Provincia si traducano in atti concreti.” L'assemblea ha quindi chiesto che al più presto la Provincia convochi i sindacati per chiudere la trattativa e garantire a chi ne ha diritto la nuova qualifica.

 

 

TORNA SU