NEWS

Crisi Lange. L'assemblea dei lavoratori approva l'intesa.

Presentata alle lavoratrici e ai lavoratori di Mollaro la bozza di accordo sugli indennizzi per la chiusura della Lange. Il testo è stato approvato all'unanimità. Assoluta contrarietà all'ipotesi di estendere gli straordinari.

Crisi Lange. L'assemblea dei lavoratori approva l'intesa.È stato approvato all'unanimità il testo dell'accordo tra la Lange Rossignol, la Provincia e i sindacati sulle procedure e gli indennizzi per la chiusura della fabbrica di Mollaro. L'assemblea dei lavoratori, dopo una lunga discussione, ha inoltre preso atto delle novità della trattativa. Tra queste la possibilità che già entro il periodo di cassa integrazione la Provincia riesca ad individuare un imprenditore che rilanci la produzione e che ricollochi almeno parte dei dipendenti Lange. L'intesa, che verrà formalmente sottoscritta la prossima settimana, garantirà ai 60 dipendenti, oltre alla cassa integrazione, gli incentivi all'esodo. Inoltre l'azienda ha accordato due ulteriori indennizzi. Il primo si basa sui carichi familiari mentre il secondo è calcolato sull'anzianità di servizio. L'assemblea ha infine respinto all'unanimità la richiesta della Lange di estendere fino al giorno della chiusura l'accordo sulla flessibilità che scade questo mese. L'azienda infatti deve coprire i picchi produttivi che gli altri stabilimenti del gruppo americano Quiksilver non riescono ad assorbire. Ma i lavoratori si sono opposti alla possibilità di offrire prestazioni straordinarie per una proprietà che ha deciso di affossare la fabbrica di Mollaro.

 

 

TORNA SU