NEWS

Dana. Demozzi (FIOM CGIL): “I contributi provinciali per la stabilizzazione dei precari”

Il progetto di filiera coinvolgerà i fornitori degli stabilimenti di Arco e Rovereto. In totale 1200 lavoratori. “Ma in Dana restano ancora 150 precari.”

Dana. Demozzi (FIOM CGIL): “I contributi provinciali per la stabilizzazione dei precari” “Anche negli investimenti industriali della Provincia, la priorità deve restare l'occupazione stabile.” Lo ribadiscono le Rsu di Dana Arco e Dana Rovereto alla notizia della presentazione da parte dell'assessore Benedetti del progetto di filiera. “Il progetto è sicuramente positivo – continuano i lavoratori – ma considerato che si tratta di denaro pubblico, i soldi provinciali devono essere utilizzati per stabilizzare gli addetti impiegati con contratti precari o atipici.” Milena Demozzi della FIOM-CGIL del Trentino si dice perfettamente d'accordo con i lavoratori. “Da tempo poniamo all'azienda il problema dei contratti a termine visto che il segno positivo della situazione economica e produttiva di Dana è ormai consolidato.” Demozzi conclude così: “Se Dana vuole essere davvero d'esempio per tutta la filiera, cominci a stabilizzare tutti i contratti a termine che fra Arco e Rovereto arrivano a circa 150 dipendenti.”

 

 

TORNA SU