NEWS

Chiusura Lange. Cerutti (Filcem CGIL): “Nessuna risposta alle nostre richieste.”

Incontro interlocutorio tra sindacati, Provincia e azienda. La richiesta resta quella di dare un futuro produttivo allo stabilimento di Mollaro. L'11 settembre nuovo incontro.

Chiusura Lange. Cerutti (Filcem CGIL): “Nessuna risposta alle nostre richieste.”“Questo confronto non deve trasformarsi in un passaggio notarile. La chiusura può essere scongiurata. Ma serve l'impegno della Provincia e soprattutto dell'azienda.” Mario Cerutti (Filcem CGIL) riassume così l'esito ancora interlocutorio del confronto sul destino della Lange Rossignol di Mollaro. Al tavolo delle trattative oggi in Assindustria, oltre ai sindacalisti e ai delegati di CGIL e CISL, erano presenti Ezio Cristofolini per l'assessorato all'Industria, Gianni Anichini per l'Associazione industriali e Olivier Ravassard, responsabile per l'Europa della Lange Rossignol che fa capo al gruppo americano Quiksilver. “Pretendiamo dall'azienda la cessione dello stabilimento e del marchio ad un prezzo ragionevole – dichiara Cerutti - per consentire a nuovi imprenditori di subentrare nella produzione. La Provincia poi deve fare la sua parte.” I sindacati hanno chiesto comunque garanzie per l'avvio delle procedure per gli ammortizzatori sociali – cassa integrazione e premobilità – indispensabili a coprire un eventuale periodo di inattività dello stabilimento. “L'azienda – continua Cerutti – ci ha chiesto di garantire la produzione fino a novembre. Ma la pazienza dei lavoratori è al limite. Se nel prossimo incontro non emergeranno novità sostanziali, insieme ai lavoratori decideremo nuove azioni di lotta.” Intanto questa settimana CGIL e CISL incontreranno la rsu aziendale. Poi è già in programma un incontro tra Provincia e sindacati. Infine l'11 settembre nuovo incontro tra le parti.

 

 

TORNA SU