NEWS

Welfare anziani, le famiglie non possono più aspettare

Si apra subito la discussione per l'avvio della riforma

Sono passati ormai quattro mesi da quando la Giunta provinciale ha deciso di sospendere il varo degli Spazio Argento e rimandare i provvedimenti di attuazione della riforma del welfare anziani approvata a larghissima maggioranza nel novembre 2017. Da allora la Giunta non dato alcuna indicazione in merito alle prossime tappe, né ha assunto alcun orientamento su possibili modifiche all’impianto della legge o sull’assetto definitivo dei servizi a favore delle persone anziane e non autosufficienti.

I dati sull’invecchiamento della popolazione e sulla crescita dei bisogni di cura espressi dalle famiglie dovrebbero allarmare la Giunta ogni giorno di più. Rimandare le scelte non è mai una opportunità, ma oggi significa solo scaricare sulle famiglie, sui non autosufficienti e sugli anziani soli oneri sempre più gravosi, talvolta insopportabili.
Nel mese di febbraio come organizzazioni sindacali abbiamo incontrato l’assessora provinciale alla salute e alle politiche sociali Segnana. A lei abbiamo avanzato alcune proposte per migliorare il welfare anziani e attivare rapidamente nuovi e più efficaci servizi, in particolare per migliorare la presa in carico e la cura domiciliare delle persone anziane bisognose. Altri soggetti - dalle Comunità di Valle all’Upipa - hanno fatto lo stesso.
È tempo che l’assessora Segnana convochi il tavolo di lavoro che aveva accompagnato la definizione della legge provinciale sul welfare anziani e si cominci a discutere di come implementarla rapidamente, individuando le aree dove sperimentare fin da subito l’attivazione degli Spazio Argento e stanziando le risorse necessarie a migliorare i servizi di prossimità in ambito socio-sanitario per garantire agli anziani e alle loro famiglie un’assistenza e presidi di cura diffusi e di qualità.

 

 

TORNA SU