NEWS

Welfare anziani, urgente avviare la riforma

Cgil Cisl Uil pensionati avviano una serie di incontri sul territorio. “La terza età ha bisogno di risposte. Si destinino parte dei risparmi sull'assegno unico anche al welfare anziani”

Il progressivo invecchiamento della popolazione e i problemi legati alla non autosufficienza impongono scelte immediate da parte dell'amministrazione provinciale, sia sul piano del welfare sia su quello sanitario. Dopo la decisione di rimandare la riforma del welfare anziani tutto tace, invece è urgente dare risposte”. Lo dicono i tre segretari provinciali di Ruggero Purin (Spi), Tamara Lambiase (Fnp) e Claudio Luchini (Uil) al margine della riunione unitaria delle tre segreterie. I sindacati non nascondono la loro preoccupazione per una dilatazione dei tempi che avrà conseguenze pesanti sulle famiglie e sugli anziani. Lo Spazio Argento, così come concepito nella riforma, dovrebbe diventare il luogo deputato alla presa in carico dei bisogni delle persone anziane e delle loro famiglie per offrire risposte sempre più inclusive e innovative, promuovendo il miglioramento dei servizi rivolti alla terza età.

C'è poi da sciogliere il nodo risorse. Su questo le tre sigle sindacali sono in linea con la posizione più volte espressa dalle confederazioni provinciali. “E' importante che parte dei 10 milioni di euro risparmiati con l'integrazione tra assegno unico e reddito di cittadinanza devono essere investiti nel welfare anziani – insistono i tre segretari -, per far partire gli Spazi Argento, per assicurare servizi adeguati per rispondere ai bisogni dei non autosufficienti e per potenziare la rete dei servizi di assistenza domiciliare”.

Se sul piano locale le questioni che destano preoccupazione sono diverse, non va meglio sul piano nazionale tanto che le tre sigle sindacali hanno convocato una grande manifestazione nazionale per il 1° giugno a Roma per protestare contro la totale assenza di attenzione da parte del governo sui temi che riguardano pensionati e terza età. La manifestazione sarà anticipata da tre assemblee territoriali, a Padova, Roma e Napoli.

Temi nazionali e locali saranno al centro di sette incontri informativi che Spi, Fnp e Uil proporranno sul territorio. Le prime due assemblee provinciali unitarie saranno giovedì 4 aprile, una a Riva del Garda alle 9,30 e la seconda presso la Cisl del Trentino alle 14.





Trento, 2 aprile 2019



 

 

TORNA SU