NEWS

Lange, 4 ore di sciopero-assemblea

Mollaro, vertice con i sindacati: chiesta la cassa integrazione. La disperazione dei lavoratori: «Stiamo percorrendo il miglio verde»

Lange, 4 ore di sciopero-assembleaLa sala mensa dello stabilimento della Lange di Mollaro, ieri pomeriggio era gremita. La maggior parte dei 61 dipendenti locali dell'azienda che produce scarponi ed attrezzatura per lo sci, era presente all'incontro con i sindacati, per decidere in che modo organizzare la mobilitazione dei lavoratori, anche a fronte della riunione di mercoledì scorso fra la proprietà dell'azienda (che chiuderà l'attività a partire dal primo gennaio 2007) e le parti sociali. Rossignol era rappresentata dal responsabile risorse umane Luigino Costa , mentre per i sindacati erano presenti Diego Dalvit della Cisl, Fernando Salzano della Filcem-Cgil e Tullio Seppi , responsabile Cgil delle Valli del Noce, ma non mancava Ezio Cristofolini per l'assessorato all'industria della Provincia. Nel corso della riunione di mercoledì, Costa ha ribadito la correttezza formale della procedura di messa in mobilità avviata in seguito all'annuncio dei licenziamenti, mentre i sindacati e la Rsu dello stabilimento, hanno sottolineato la priorità dell'obiettivo di reperimento di possibili attività produttive sostitutive avviando contatti con altre imprese. Le parti sociali hanno chiesto inoltre che si intervenga con la cassa integrazione straordinaria, attivabile nel caso in cui un'azienda cessa la propria attività, e la Rossignol Lange srl si è dichiarata disponibile ad esaminare la percorribilità dell'intervento, subordinatamente all'impegno della Provincia per la predisposizione del piano di gestione degli esuberi. I lavoratori, nel corso dell'incontro di ieri, hanno esternato la propria disperazione: «Stiamo percorrendo il miglio verde, ma offriremo fino in fondo la nostra professionalità e capacità lavorativa». Ciononostante, incroceranno le braccia il 29 agosto prossimo per un'assemblea-sciopero di quattro ore, anche in previsione dell'incontro che la Rossignol Lange srl avrà con i sindacati e che è fissato due giorni dopo, alle 9.30 presso la sede di Confindustria a Trento. La proposta dei sindacati Cgil e Cisl, quella dello sciopero, è stata approvata dall'assemblea dei lavoratori con un'astensione soltanto. È stato reso noto inoltre che, per la prima volta, l'assessore provinciale all'industria Marco Benedetti , in un documento datato 20 luglio, ha assicurato l'incentivo di eventuali nuove iniziative di imprenditori interessati a rilevare il capannone e/o l'attività esistente, e valutare con l'Agenzia per lo sviluppo, l'acquisizione dell'immobile per evitare speculazioni. «Visto che l'azienda è disponibile a chiudere in maniera soft - ha concluso Seppi - è evidente che non bisognerà far pagare ai lavoratori la perdita del posto di lavoro, ma mantenere un'attività produttiva di tipo industriale quanto mai preziosa, in quanto elemento di diversificazione dell'economia di valle». 04/08/2006

 

 

TORNA SU