NEWS

Firmato il contratto per la Distribuzione moderna organizzata

Per oltre 300 lavoratori trentini 85 euro in più in busta paga e quote una tantum per la vacanza contrattuale

Dopo anni di difficile negoziato, tra rotture e riavvii delle trattative, mobilitazioni, scioperi e l’avvio di un contenzioso diffuso, è stato firmato nei giorni scorsi il nuovo contratto della distribuzione moderna organizzata. L'intesa è stata sottoscritta da Filcams, Fisascat e Uiltucs con Federdistribuzione e allinea finalmente anche questo segmento al contratto di Confcommercio, superando le differenze salariali esistenti fino a questo momento e facendo un passo avanti importante nel quadro di ricomposizione contrattuale del Terziario.

Il nuovo contratto riguarda in Trentino circa 300-400 lavoratori, i dipendenti di marchi quali OVS, Eurospar, Pam e Metro.

Il Contratto Nazionale che avrà decorrenza dal 1° gennaio e scadrà il 31 dicembre 2019, prevede, ad integrazione dei 61 euro già corrisposti, che entreranno nei minimi contrattuali, un ulteriore aumento salariale di 24 euro al 4° livello, riparametrato per gli altri livelli, riconosciuto dal mese di dicembre 2018 e l’erogazione di due “una tantum” rispettivamente di 500 euro lordi, a febbraio 2019, e di 389 euro lordi, a marzo 2020.

Il nuovo contratto da un quadro normativo e salariale certo alle lavoratrici e ai lavoratori della grande distribuzione organizzata, da anni privati di un punto di riferimento e supera le diversità di trattamento salariale e normativo tra persone che svolgono il medesimo lavoro nello stesso settore.





Trento, 21 dicembre 2018

 

 

TORNA SU