NEWS

Nelle materne 115 stabilizzazioni

Saranno 115 i posti coperti, in modo definitivo, nelle scuole materne del Trentino: per altrettante persone, dunque, finisce l’esperienza del precariato. In particolare si tratta di 8 cuochi, 43 operatori appoggio e 64 operatori extra organico. È questo l’esito della sottoscrizione, avvenuta ieri in sede Apran, dell’accordo sulla mobilità del personale extra organico: un documento necessario per procedere all’assunzione a tempo indeterminato del personale precario delle scuole materne stesse; un passaggio che avviene nell’ambito, più ampio, della procedura di stabilizzazione attivata col protocollo politico sottoscritto il 28 giugno scorso e disposta dalla legge provinciale numero 15, del successivo 3 agosto.

È ovviamente grande, per la Fp Cgil, la soddisfazione. Il sindacato di via dei Muredei ha portato avanti con convinzione questo impegno, anche con il riuscito presidio organizzato il 2 giugno e al quale partecipò anche la segretaria generale della Cgil italiana Susanna Camusso.

Il segretario generale della Fp Cgil del Trentino, Luigi Diaspro, e la funzionaria responsabile del settore, Patrizia Emanuelli, commentano: «Si giunge alla conclusione di un percorso importante e, da oggi, non ci sono più motivi per temporeggiare. Gli enti possono infatti emettere gli avvisi di disponibilità dei posti vacanti nella propria dotazione organica, da coprire attraverso la procedura di stabilizzazione prevista dall’articolo 12 della legge provinciale 15».

 

 

TORNA SU