NEWS

Il lavoro che cambia, venerdì una giornata di eventi chiude la mostra a Trento

Nella sala della Fondazione Caritro visita speciale per studenti, un confronto con gli urbanisti sullo sviluppo industriale di domani, il progetto “Fiori dalla fabbrica” e la proiezione del documentario “Era tutto Michelin: memoria di una fabbrica"

Il lavoro che cambia, venerdì una giornata di eventi chiude la mostra a Trento

Giornata densa di eventi per la conclusione della mostra Il Lavoro che cambia, sette racconti fotografici sullo sviluppo industriale in Trentino. L'appuntamento è venerdì 30 novembre a partire dalle 10 alla Fondazione Cassa di Risparmio, che sta ospitando la terza tappa dell'esposizione. Dal 2019 la mostra verrà portata in altri territori.

La mostra progettata da Arci del Trentino in collaborazione con Cgil e Inu del Trentino su un bando della Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto, è nata allo scopo di narrare attraverso le immagini fotografiche la trasformazione del nostro territorio con l'insediamento e lo sviluppo di alcune importanti realtà industriali. Il racconto, composto da quaranta scatti di alcuni dei maggiori fotografi trentini conservati negli archivi provinciali, fin dall'inizio ha avuto, nell'idea degli organizzatori, come destinatario privilegiato i giovani. E' a loro che si vuole trasmettere la memoria di un Trentino che non c'è più o che comunque oggi è profondamente diverso. Ed è anche per questa ragione che alle immagini storiche si affiancano sette fotografie contemporanee di Luca Chistè.

La trasmissione della memoria sarà il filo conduttore del primo appuntamento di venerdì, rivolto agli studenti: a partire dalle 10.00 verrà proposta una visita guidata speciale alla mostra. Tommaso Iori, che ha curato i contenuti del percorso espositivo, guiderà gli studenti alla scoperta delle immagini. Nel suo racconto si inseriranno le testimonianze di Franco Ianeselli, Maurizio Zabbeni e Franco Ischia, testimoni di molte pagine della storia industriale del Trentino; saranno loro a raccontare dal punto di vista del lavoro una storia che si è impressa anche nel paesaggio.

Nel pomeriggio alle 14,30, sempre nella sala della Fondazione Caritro, si terrà la tavola rotonda proposta da INU sezione Trentino e curata da Giovanna Ulrici; una riflessione sull’attualità e il futuro per le aree industriali provinciali e per un modello di sviluppo in montagna che ha le sue radici nel PUP del ‘67. All'appuntamento, che dà diritto anche ai crediti formativi per gli iscritti all'Ordine professionale degli Architetti, interverranno Simone Ombuen dell'Università Roma Tre e membro INU, Angiola Turella del Servizio Urbanistica della Provincia di Trento, Giuliano Stelzer, responsabile del Progetto PRG del Comune di Trento, Raffaele Cetto dell'Ordine degli Architetti di Trento, Maurizio Tomazzoni, del Comune di Rovereto e membro di INU e Franco Ianeselli, segretario della Cgil del Trentino.

Alle 17.30 Anna Scalfi Eghenter presenterà il progetto “Fiori dalla fabbrica” (Trento, Michelin 1927-1999).

Ultimo appuntamento alle 18.00: la Fondazione Museo storico del Trentino propone la visione del documentario “Era tutto Michelin: memoria di una fabbrica”. Sarà presente alla proiezione uno degli autori, Francesco Tabarelli, che a distanza di dieci anni riavvolgerà il nastro sul lavoro di documentazione svolto e sulla sua attualità per la memoria della città. Sarà presente alla proiezione uno degli autori, Francesco Tabarelli.

La partecipazione a tutti gli appuntamenti è gratuita. Per le scuole è necessaria la prenotazione entro e non oltre giovedì chiamando al numero 338 1713199 oppure scrivendo a marianna.giuliano@cgil.tn.it



Trento, 27 novembre 2018







 

 

TORNA SU