NEWS

Dexit, domani e venerdì ancora sciopero

Previsti presidi in Piazza Dante e davanti al Teatro Sociale

Continua la protesta dei dipendenti di Dexit per la disdetta del contratto integrativo. Domani e venerdì i lavoratori e le lavoratrici incroceranno nuovamente le braccia per l'intera giornata di lavoro. Oltre allo sciopero sono in programma anche alcuni presidi di protesta.

Domani dalle 9 alle 12 i dipendenti saranno davanti alla sede della Provincia, in Piazza Dante. Nel pomeriggio, dalle 17 alle 21 è in programma invece un presidio davanti al Teatro Sociale.

Le manifestazioni andranno avanti anche venerdì con un altro presidio davanti alla sede della Provincia, sempre dalle 9 alle 12.

Dedagroup e Dexit hanno comunicato la disdetta del contratto integrativo dopo essersi aggiudicate l'appalto per l'assistenza delle postazioni informatiche degli enti pubblici trentini. La revoca scatta dal 1° novembre e comporterà un taglio di circa 5mila euro lordi l'anno per ogni lavoratore.

Per opporsi a questa decisione unilaterale i dipendenti con Fiom e Fim del Trentino hanno avviato da oltre un mese un'azione di protesta.

Intanto ieri hanno incontrato alcuni dei candidati presidente alle prossime elezioni provinciali. All'invito dei lavoratori hanno risposto Filippo Degasperi del Movimento 5 Stelle, Antonella Valer di Liberi e Uguali e Sandro Bordignon di Agire per la coalizione di centrodestra. Tutti hanno espresso solidarietà e vicinanza ai dipendenti.



 

 

TORNA SU