NEWS

Solidarietà ad Agitu. Reagire contro ogni atto razzista e di fronte a chi agita paura e odio per gli stranieri


La Cgil del Trentino esprime solidarietà e vicinanza ad Agitu Ideo Gudeta, vittima di minacce ed aggressioni di stampo razzista. Quanto ha denunciato la pastora etiope di Frassilongo, purtroppo, è la dimostrazione di un clima di odio e razzismo che si sta diffondendo anche sul nostro territorio. Un clima alimentato da chi, anche ai vertici delle istituzioni statali, addita ogni giorno gli stranieri come causa di ogni problema, usando parole e adottando atteggiamenti pericolosi perché contribuiscono a creare terreno fertile per nuove discriminazioni, minacce e aggressioni ad opera anche di singoli individui che potremmo definire "problematici" e forse proprio per questo ancora più suggestionabili da una propaganda che punta tutto sull'odio e sulla paura degli stranieri.
Con molta probabilità, ce lo auguriamo, quanto accaduto ad Agitu, così come le intimidazioni razziste subite dal lavoratore straniero che abbiamo denunciato pubblicamente nei mesi scorsi, sono casi singoli e non rappresentano il sentire della maggioranza della nostra comunità. Ciò non toglie che sono gravissimi e il loro ripetersi così come il fatto che vengono tutti i giorni sostenuti da una propaganda apertamente razzista impone a tutti noi di prendere posizione, testimoniando il nostro dissenso. Il Trentino è e deve continuare ad essere una terra aperta e accogliente come la storia di successo di Agitu in Val dei Mocheni testimonia.





Trento, 27 agosto 2018

 

 

TORNA SU