NEWS

Poste, rinnovato il contratto nazionale

Al termine di una decina di assemblee unitarie in tutta la provincia anche le lavoratrici e i lavoratori trentini delle Poste hanno dato il via libera al nuovo contratto nazionale, sottoscritto unitariamente da Slc Cgil, Slp Cisl, Uil Poste, Failp Cisal, Confsal e Ugl . L'intesa coinvolge circa mille dipendenti in provincia.

L'accordo è valido da subito e ha decorrenza dal 1° gennaio 2016 al 31 dicembre di quest'anno. I lavoratori ottengono un aumento complessivo di 103 euro di cui 81,50 euro sui minimi tabellari (pagati in due tranche, febbraio e ottobre). La parte restante saranno contributo aziendale per il fondo sanitario integrativo e per Fondoposte (fondo previdenziale). A queste si aggiunge una tantum di mille euro per vacanza contrattuale che verrà versata già con gennaio.

L'accordo conferma quanto già previsto su orario lavoro, ferie e permessi, malattia (con estensione dell'elenco delle gravi patologie), congedo matrimoniale, lutto e grave infermità anche per unioni civili, ferie solidali; diritto alla disconnessione. Il nuovo contratto ha inoltre recepito e sottoscritto il protocollo sulle molestie e le violenze nei luoghi di lavoro, il Testo unico sulla rappresentanza; un protocollo sulle politiche attive del lavoro che prevede circa seimila assunzioni e un piano di esodi volontari (triennale) di circa 15.000 dipendenti.

In allegato l'accordo.


Allegati

 

 

TORNA SU