NEWS

Aperture festive, mentre Bolzano prende posizione Trento resta ferma

Caramelle (Filcams del Trentino): “Provincia inerte su un tema che coinvolge moltissimi lavoratori”

“La presa di posizione del Consiglio provinciale della Provincia di Bolzano sul tema delle aperture domenicali e festive dei negozi ha un importante significato politico. Rammarica invece notare l'inerzia della politica trentina su una questione, che coinvolge moltissime lavoratrici e lavoratori anche nella nostra provincia e che segna anche una precisa visione in termini di modello di sviluppo”. Roland Caramelle, segretario provinciale della Filcams commenta così la scelta, assunta ad ampissima maggioranza, dai consiglieri provinciali altoatesini. “Siamo perfettamente consapevoli che la questione va gestita in seno alla Commissione dei Dodici, ma la scesa in campo compatta dei consiglieri bolzanini è un segnale importante, che non c'è stato invece in Trentino – insiste -. La legislatura nazionale e provinciale si chiuderanno senza che in Trentino si sia fatto granché su questo tema. E non è sicuramente un aspetto di cui essere orgogliosi, l'Alto Adige ha dimostrato maggiore coerenza con il proprio modello di crescita. E lo stesso hanno fatto altre regioni italiane, anche andando incontro alla bocciatura della Consulta”.

Filcams ricorda le ripetute sollecitazioni dei sindacati affinché si lavorasse ad una legge provinciale per regolamentare in maniera diversa apertura e orari dei negozi, senza però ottenere altro che qualche impegno verbale. “Adesso il tempo è chiaramente scaduto e resta la consapevolezza che il Trentino, su questo tema, non ha voluto fare nessuna differenza”.

 

 

TORNA SU