NEWS

Crisi ortofrutta, nella manovra risorse insufficienti per i lavoratori

Sindacati: “Due milioni di euro non assicurano un sostegno dignitoso agli stagionali storici, così l'ammortizzatore sociale nasce zoppo”

“Il progetto di ammortizzatore sociale per il settore ortofrutta a cui si sta lavorando per sostenere il reddito dei lavoratori e delle lavoratrici del settore, fortemente penalizzati dalle gelate e dalla grandinate, rischia di nascere senza efficacia. Le risorse previste nella finanziaria provinciale, pari a due milioni di euro, sono assolutamente insufficienti”. Secondo i segretari provinciali della Flai Cgil e della Fai Cisl serve uno stanziamento almeno doppio, dunque quattro milioni di euro, coerentemente alle stime elaborate al tavolo tecnico sull'ortofrutta, di cui fanno parte anche i sindacati insieme ai dipartimenti provinciali e ai Consorzi. “Una prima parte di risorse sono già state stanziate per rispondere alle necessità del 2017 – spiegano Manuela Faggioni e Fulvio Bastiani -. Il problema però non si esaurisce quest'anno. Le aziende hanno già calcolato che per i primi sei mesi del 2018 verranno perse circa la metà delle giornate lavorabili, con pesanti ripercussioni sul reddito dei lavoratori e delle lavoratrici. Ci auguriamo, quindi, che la giunta provinciale prenda atto di questa assoluta necessità e metta a disposizione tutte le risorse necessarie per assicurare un sostegno dignitoso a queste persone”.


Trento, 8 novembre 2017

 

 

TORNA SU