NEWS

Licenziamenti Sait, Ianeselli: “Il numero di tagli è inaccettabile”

"Il numero di licenziamenti comunicato da Sait e' inaccettabile e conferma la mancata volontà di ridurre l'impatto sociale della riorganizzazione aziendale”. Non nasconde la sua amarezza il segretario generale della Cgil del Trentino di fronte alla comunicazione dell’avvio della procedura di mobilità, arrivata ieri pomeriggio alle organizzazioni sindacali. E assicura l’impegno massimo per modificare questa situazione e ridurre gli effetti di una decisione che avrà costi sociali notevoli. “Il sindacato continuerà a mobilitarsi e a lottare per modificare questa volontà, sia sul numero degli esuberi sia sulle indispensabili azioni di riqualificazione dei lavoratori – prosegue Ianeselli -. Non ci rassegniamo a subire un comportamento socialmente irresponsabile verso i lavoratori e verso la comunità".

Cgil del Trentino ribadisce ancora una volta, come fatto più volte dall’inizio di questa vertenza l’incoerenza con cui Sait sta gestendo questa situazione rispetto ai valori di responsabilità sociale e centralità della persona in cui la cooperazione trentina dice di riconoscersi. “I licenziamenti sono sempre una pagina difficile da gestire e non sempre vendono prevalere comportamenti socialmente responsabili da parte delle aziende. Che la mancanza di responsabilità sociale, però, avvenga dentro il mondo cooperativo fa davvero specie, perché i valori del movimento - che sono parte integrante della nostra storia - non possono evaporare come nulla fosse pur nei momenti di difficoltà”, conclude il segretario della Cgil trentina


Trento,7 ottobre 2017

 

 

TORNA SU