NEWS

Fem ed Fbk: da Cgil il decalogo del rinnovo

«Contratto fermo da 9 anni in un settore che dà prestigio al Trentino»

Senza rinnovo da quasi 9 anni, pur essendo uno dei settori che produce eccellenza e prestigio per l’intero territorio provinciale. Parliamo dei lavoratori della Fondazione Edmund Mach e della Fondazione Bruno Kessler.

Spiega il segretario di Fp Cgil Giampaolo Mastrogiuseppe: «Il settore della ricerca trentina è riconosciuto come uno dei migliori nel panorama nazionale e non mancano riconoscimenti a livello internazionale che ne fanno un vanto per la Provincia. Il raggiungimento di tali risultati non può essere dato solo alla regia pubblica o al management: vanno contemplate adeguatamente anche le risorse umane impiegate. Nell’ambito della ricerca trentina, i lavoratori sono amministrati da diversi contratti collettivi, ma solo i dipendenti delle fondazioni Fem ed Fbk, amministrati dal contratto collettivo di primo livello della ricerca privata trentina, non hanno ancora visto il rinnovo del loro contratto di lavoro. Considerata l’eccellenza che contribuiscono a realizzare è ora, a distanza di quasi 9 anni, di riconoscere anche a questo personale l’adeguamento economico e normativo del Contratto collettivo provinciale del lavoro».

Fp Cgil stila dunque un decalogo di condizioni minime per un rinnovo contrattuale che possa definirsi dignitoso: 1) un rinnovo economico pari a quello realizzato nel comparto delle autonomie locali della Provincia; 2) la costruzione di un istituto giuridico che regoli le progressioni verticali e orizzontali; 3) la revisione dell’articolo 70 del contratto collettivo vigente, relativo alla parte incentivante della retribuzione; 4) la revisione e l’aggiornamento degli attuali sistemi che regolano il part-time; 5) una nuova regolamentazione per la fruizione delle ferie; 6) l’aggiornamento degli istituti contrattuali relativi alle tutele della maternità e della paternità; 7) l’introduzione di forme di smart working; 8) l’introduzione di forme di age management; 9) implementazione della contribuzione alla previdenza complementare pubblica; 10) riconoscimento del finanziamento da parte della Provincia per l’attivazione della sanità integrativa Sanifonds.

«A breve – conclude Mastrogiuseppe - sicuramente insieme alle altre organizzazioni sindacali rappresentative del settore, i lavoratori di Fem ed Fbk saranno chiamati in assemblea per realizzare la vera piattaforma contrattuale che sarà poi oggetto di confronto con le controparti».

 

 

TORNA SU