NEWS

Sole24Ore, Trento aderisce compatta alla sciopero

Slc: l'azienda vuole investire nel settore fiscale e legale, ma è pronta a smantellare gli uffici trentini. Assurdo”

Hanno aderito compatti alla sciopero i sedici lavoratori della sede trentina del Sole24Ore. La protesta indetta per tutte le sedi unitariamente da Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom coinvolge i lavoratori grafici e poligrafici. L'azienda è pronta infatti a ridurre l'organico, tagliando il 30% dei posti di lavoro cioè 236 persone, e chiudere alcune sedi in Italia, tra cui anche quella del nostro capoluogo. Una decisione che Slc del Trentino giudica assurda e in forte contraddizione con il piano di riorganizzazione del Sole24Ore. “Ci è stato prospettato un piano che prevede un potenziamento dell'area fiscale e legale – sottolinea la segretaria trentina Claudia Loro – e contemporaneamente sono pronti a chiudere la sede di Trento, che è la punta di diamante di questo settore. E' assurdo anche perché quella trentina è una sede in attivo, può contare su professionalità esperte. Abbiamo chiesto e continueremo ad insistere sul riconoscimento di questa specificità. Sarebbe opportuno, però, che anche Confindustria Trento facesse sentire la sua voce. Il Sole24Ore con il marchio Frizzera rappresentano una realtà significativa per il nostro territorio”.

Nell'ufficio di via Trento nord si realizzano le guide fiscali, quei manuali di approfondimento che hanno accompagnato e accompagnano ancora oggi il lavoro di moltissimi professionisti in tutta Italia. “La partita per quanto ci riguarda non è ancora chiusa. Insieme alle segreterie nazionali ci opporremo al drastico piano di tagli dell'azienda e sul piano locale continueremo ad insistere perché Trento venga inserita nella solidarietà ”, conclude Loro.





Trento, 23 giugno 2017

 

 

TORNA SU