NEWS

Pensioni collaboratori; Nidil e Inca Cgil: importante il controllo degli estratti conto inviati dall'Inps

"Numerosi i casi di lavoratori cui manca l'accredito di periodi contributivi"

Pensioni collaboratori; Nidil e Inca Cgil: importante il controllo degli estratti conto inviati dall'Inps L'Inps sta spedendo a tutti i collaboratori iscritti alla gestione separata gli estratti conto contributivi (Eco). «Si tratta di un documento importante – scrivono Nidil e Inca Cgil del Trentino - perché certifica l’ammontare dei contributi in base al quale sarà calcolata la futura pensione. È quindi fondamentale, per avere certezza della propria pensione, accertarsi che i datori di lavoro per cui si è lavorato abbiano versato correttamente tutti i contributi maturati. Eventuali errori – prosegue la nota del sindacato dei lavoratori atipici e del patronato Cgil - vanno contestati immediatamente all’Inps per evitare di perdere i contributi non accreditati. La contestazione, infatti, deve essere il più rapida possibile perché molti collaboratori sono al limite della prescrizione e ogni periodo di contribuzione perso si rifletterà, inevitabilmente, sul proprio futuro pensionistico già debole (la pensione viene calcolata in base al quantità di contributi versati)». Prosegue la nota: «In particolare l’Inps ha precisato che, se il primo versamento contributivo risale al 1996, il termine di prescrizione è giugno 2006 per i lavoratori senza altre coperture previdenziali e agosto 2006 per i lavoratori con altre coperture previdenziali e per i pensionati. Sulla base dei primi riscontri effettuati, sono numerosi i casi di lavoratori iscritti alla gestione separata a cui manca l’accredito di periodi contributivi». L'invito ai collaboratori che abbiano già ricevuto o riceveranno nelle prossime settimane l’estratto conto contributivo, è di recarsi presso le strutture del patronato Inca e del Nidil Cgil per ricevere informazioni o correggere errori sia di natura contributiva, sia anagrafica. Per maggiori informazioni e per fissare un appuntamento è sufficiente telefonare allo 0461/303924 o allo 0461/303911. 18 maggio 2006

 

 

TORNA SU