NEWS

“Non ci casco!”, un manuale per aiutare gli anziani a difendersi dalle truffe

L'iniziativa dello Spi Cgil in collaborazione con Silp fornisce informazioni e consigli contro i raggiri. L'opuscolo è distribuito gratuitamente

Dai borseggi alle truffe sui prelievi, dai sedicenti maghi agli sconosciuti alla porta, dall’acquisto di prodotti falsi alle vendite con contratto per strada o a domicilio. E ancora, telemarketing, televendite, molestie telefoniche, offerte aggressive, prestiti ipotecari e al consumo. Sono purtroppo numerosi i raggiri e le truffe di cui sono vittime spesso gli anziani. Per imparare a difendersi Spi Cgil propone anche quest'anno “Non ci casco!”, un piccolo manuale di autodifesa. La guida, giunta quest'anno alla quinta edizione, è disponibile presso le sedi Spi Cgil del Trentino ed è distribuita gratuitamente. “Anno dopo anno continuiamo a ripetere questa iniziativa partendo dalla constatazione di come in molte situazioni essa abbia rappresentato uno strumento molto utile alle persone anziane per tutelarsi contro truffe e raggiri - ammette il segretario trentino dello Spi, Enzo Gasperini -. In questo modo vogliamo dare un servizio e fornire informazioni e suggerimenti utili nella vita di tutti i giorni a tutti gli anziani”. “L’informazione, la conoscenza dei rischi e degli strumenti per potersi difendere, la costruzione di reti sociali di protezione, rappresentano dei potenti deterrenti per i “signori delle truffe” e contemporaneamente un elemento di solidità e solidarietà all’interno della comunità locale”, aggiunge Paolo Burli dello Spi trentino.


Nei primi sei mesi del 2016 in Italia i casi di truffa contro gli over 65 sono stati 9.112, il 19 per cento in più rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente (dati della Polizia di Stato).

Le truffe più ricorrenti avvengono in abitazione: i malviventi si fingono operai e chiedono di controllare le utenze o addirittura membri delle forze dell'ordine.

Molti anziani vengono truffati anche in strada, spesso in prossimità di uffici postali o sportelli bancari da sconosciuti che con modi gentili li raggirano portando via le somme appena prelevate.

Frequenti anche i raggiri telefonici.


Il manuale è pensato come un modo concreto di partecipare alla realizzazione di una convivenza più sicura e all’affermazione di una cultura della legalità. In ogni capitolo viene analizzata una particolare tipologia di truffa, vengono illustrati una serie di esempi e, infine, elencati una serie di consigli pratici per potersi difendere.


“Non ci casco!” è un'iniziativa dello Spi nazionale insieme a Cgil, Silp-Cgil, Auser, Federconsumatori, Ficiesse e Sunia.








14 dicembre 2016

 

 

TORNA SU