NEWS

Aree di servizio, giovedì presidio degli addetti alle pulizie all'assessorato al Lavoro

Lavoratori in via Romagnosi dalle 12.30 contemporaneamente all'incontro tra sindacati, assessori Olivi e Stocker e vertici di Autobrennero

Continua la mobilitazione degli addetti alle pulizie delle aree di servizio dell'Autostrada del Brennero. Giovedì, a partire dalle 12.30, i lavoratori del Trentino e Alto Adige saranno in presidio sotto la sede dell'assessorato provinciale allo Sviluppo economico e al Lavoro, in via Romagnosi 9, in concomitanza con l'incontro convocato dagli assessori Alessandro Olivi e Martha Stocker, con i vertici di A22 e le organizzazioni sindacali, Filcams Fisascat e Uiltrasporti di Trento e Bolzano. Al tavolo sono state invitate anche le ditte sub-concessionarie.

L'obiettivo è tentare di individuare una soluzione per salvaguardare l'occupazione. Se da qui alla fine dell'anno non si troverà una via d'uscita ai licenziamenti – gli attuali addetti alle pulizie dipendenti della B&B Service di Lucca – 116 persone resteranno senza lavoro.

L'incontro viene convocato dai due assessori su richiesta delle organizzazioni sindacali che nei precedenti incontri con Olivi e Stocker hanno sollecitato un'assunzione di responsabilità da parte dell'Autostrada del Brennero.

Per i sindacati “non è accettabile che A22 non assuma posizione per tutelare l'occupazione”. A determinare questa situazione, come noto, è il fatto che Autobrennero, a differenza del passato, assegna la gestione delle pulizie delle 22 aree di servizio direttamente alle società che hanno vinto l'appalto dell'intera area di sosta, senza prevedere nessuna clausola di salvaguardia per gli attuali addetti.







Trento, 20 dicembre 2016

 

 

TORNA SU