NEWS

Informatica trentina, buona adesione allo sciopero

I lavoratori hanno ribadito la necessità che il taglio alle retribuzioni incentivati sia equo

Se taglio alle retribuzioni accessorie deve essere, che sia equo per tutti e che si adottino regole trasparenti nel riconoscimento del Mbo, cioè la gestione e il raggiungimento degli obiettivi per impiegati e dirigenti. E' questa la richiesta ribadita oggi dai dipendenti di Informatica Trentina. I lavoratori della spa questa mattina hanno incrociato le braccia per due ore, tra le 9,20 e le 11,20, e hanno organizzato un presidio di protesta sotto la sede della società. L'adesione allo sciopero, indetto da Fiom e Fim del Trentino, è stata buona.

Tra gli obiettivi della protesta anche il tentativo di avere un confronto con i dirigenti. Richiesta, però, caduta nel vuoto per l'indisponibilità della dirigenza ad incontra una delegazione di lavoratori e rappresentanti sindacali.

Come noto la Provincia ha definito, con propria delibera, un taglio del 15 per cento del budget destinato alle retribuzioni incentivanti. I lavoratori contestano la scelta dei vertici di Informatica Trentina di tradurre questa indicazione in una riduzione trasversale su tutte le retribuzioni incentivanti (premio di risultato per tutti i dipendenti metalmeccanici, MBO impiegati per una sessantina e MBO dirigenti per 9), consapevoli che la delibera non indica questo.









Trento, 21 dicembre 2016

 

 

TORNA SU