NEWS

Esuberi Sait, Ianeselli: “Si applichi il protocollo per la ricollocazione”

La Cooperazione trentina non può sottrarsi agli impegni assunti in passato. C'è un protocollo firmato nel 2011 tra Federazione della cooperazione e Cgil Cisl Uil del Trentino che prevede che il sistema cooperativo trentino, in caso di crisi aziendale, si faccia carico degli esuberi impegnandosi nella ricollocazione delle risorse umane. Siamo consapevoli che ricollocare le persone non è né automatico né semplice, ma c'è un impegno in tal senso e ci aspettiamo che Via Segantini lo onori, aprendo fin da subito un confronto anche su questo delicato tema. La Cooperazione si distingue da una comune azienda privata perché mette al centro la persona. Proprio nel rispetto di quei valori, che anche oggi pesavano “simbolicamente” sulla testa dei lavoratori Sait riuniti in assemblea in sala don Guetti, dalla Cooperazione ci attendiamo un di più di responsabilità, non certo un di meno di responsabilità”


 

Trento, 18 novembre 2016

 

 

 

TORNA SU