NEWS

Icef, Ianeselli: “Bene la deduzione delle indennità dei disabili”

Per la Cgil ora è tempo di intervenire su altri aspetti dell’indicatore della condizione economica


Dichiarazioni di Franco Ianeselli, segretario generale della Cgil del Trentino

Bene ha fatto la Provincia ad adeguarsi alla sentenza del Consiglio di Stato ed escludere le indennità e le pensioni di invalidità dai redditi ai fini Icef. Grazie anche all’apporto delle organizzazioni sindacali, i disabili in Provincia di Trento potranno quindi godere dello stesso trattamento di quelli che abitano nel resto d’Italia.
L’adeguamento è avvenuto in maniera equa, tanto che, grazie al fatto che la Provincia si è accollata maggiori oneri per circa 2 milioni di euro annui, i benefici del sistema di welfare provinciale - dall’assegno al nucleo familiare all’edilizia pubblica, dall’assegno di cura al reddito di garanzia - non hanno subito alcun taglio.
Ora restano da definire ulteriori migliorie alle politiche equitative, a partire dall’indicizzazione dell’Icef per i canoni Itea e la deduzione delle spese per badanti nella determinazione delle tariffe per il servizio di assistenza domiciliare.

 

 

 

Trento, 14 ottobre 2016

 

 

 

TORNA SU