NEWS

SOSTEGNO ALLE FAMIGLIE. PROTOCOLLO D'INTESA CON LA PAT

Cgil Cisl Uil e Provincia hanno sottoscritto un accordo per l'avvio di una sperimentazione nell'erogazione dell'assegno regionale al nucleo famigliare.  

Il 4 agosto scorso Cgil Cisl Uil del Trentino hanno sottoscritto un protocollo d'intesa con la Giunta provinciale sulle modalità dell'avvio della sperimentazione di nuove modalità di erogazione dell'Assegno regionale al nucleo famigliare, l'intervento a sostegno delle famiglie con figli.

L'accordo prevede un monitoraggio costante degli effetti della sperimentazione che dal 1° gennaio 2017 vincolerà il 30% - e non il 50% come richiesto in una prima fase dalla Provinciale- dell'assegno regionale percepito dai beneficiari all'acquisto di servizi quali il buono pasto delle mense scolastiche e l'abbonamento al trasporto pubblico locale.

I beneficiari in Trentino sono circa 28 mila famiglie. Ma non tutte saranno interessate alla sperimentazione. Dovranno dimostrare di aver acquistato i servizi stabiliti dalla Provincia solo i nuclei con figli in età dell'obbligo scolastico ovvero fino a 18 anni. Sono quindi escluse le famiglie con figli disabili e quelle con bambini che non frequentano la scuola dell'obbligo perché non hanno l'età o ne sono stati esentati.

Inoltre Cgil Cisl Uil hanno strappato l'impegno a reinvestire in politiche per la famiglie le risorse che, sugli stanziamenti annuali di circa 35 milioni di euro annui stanziati dalla Provincia per l'assegno regionale al nucleo, non dovessero essere spese in virtù dei nuovi meccanismi di erogazione introdotti.

4 agosto 2016 

 

 

TORNA SU