NEWS

Portierato alle Albere, da domani in 18 senza lavoro

Oggi la protesta dei dipendenti Tama service e Aries che con il cambio appalto non vengono riassunti

La conferma è arrivata ieri sera: da domani i 18 lavoratori che fino ad oggi si sono occupati del servizio di portierato per il condominio Le Albere restano senza lavoro. Con la scadenza dell'appalto il servizio è passato da Tama Service e Aries alla Homeland Securenet di Trento, che si è rifiutata di assumere i lavoratori. Da qui la protesta dei lavoratori che oggi si sono ritrovati davanti alla control room per manifestare. “La nuova ditta ha motivato la decisione di non assumere il personale semplicemente dicendo che sono cambiate le condizioni del servizio e perché il condominio non ha inserito nel bando di appalto l'avvicendamento del personale – spiegano Paola Bassetti di Filcams Cgil e Francesca Vespa della Uiltrasporti -. E' semplicemente assurdo: il servizio continua ad essere lo stesso e l'unico risultato di questo comportamento è che si mettono 18 famiglie sulla strada”.

Molti di questi lavoratori, quasi tutti stranieri, avevano contratti di lavoro part time su turni. I dipendenti della Aries avevano anche accumulato ore e ore di straordinario e da una verifica dell'Ispettorato del lavoro è emerso che non solo le ore aggiuntive non sono state pagate, ma che mancano all'appello anche alcuni versamenti contributivi, tanto che alcuni lavoratori avanzano cifre consistenti, anche sopra i dieci mila euro.

Non ci era mai successo in un cambio appalto, per di più con ditte locali, che nessuno dei lavoratori venisse riassunto. E' gravissimo”, insistono le due sindacaliste.

Da domani i lavoratori saranno disoccupati. Intanto si aprirà il tentativo di conciliazione al servizio lavoro con tutte e tre le ditte coinvolte, nella speranza di riuscire a ricollocare almeno qualcuno. Se non si troverà un accordo si percorreranno le vie legali, se i lavoratori lo vorranno.



Trento, 30 giugno 2016



 

 

TORNA SU