NEWS

Proroga per il 730: il termine slitta al 22 luglio

I contribuenti hanno due settimane di tempo in più per presentare la dichiarazione dei redditi

 

Slitterà in avanti il termine per la presentazione della dichiarazione dei redditi, così pensionati e dipendenti avranno quindici giorni in più per inviare il modello 730. Oggi, infatti, il governo dovrebbe dare il via libera ad un decreto che sposta la scadenza dal 7 al 22 luglio. La proroga era stata chiesta dalla commissione Finanze della Camera con una risoluzione approvata lo scorso 6 aprile. Nei giorni scorsi è intervenuta anche la Consulta dei Caf per avere più tempo.

Rosanna Tranquillini, amministratore del Caaf Cgil del Trentino, spiega però che lo slittamento in avanti del termine ha una controindicazione per i contribuenti: “Chi invia il modello dopo il 7 luglio, avrà il rimborso nel cedolino a partire dal mese di agosto. Questo potrebbe creare un problema di liquidità ai contribuenti. Chi presenta, invece, la dichiarazione entro il 7 di luglio, riceve l’eventuale rimborso nel cedolino di luglio”.

Potrà usufruire della proroga il contribuente che si avvale di un professionista o di un caf per l'invio della dichiarazione. “Resta invece da chiarire se il nuovo termine del 22 luglio riguarderà anche dipendenti e pensionati che inviano il 730 precompilato autonomamente, quindi senza ricorrere all’assistenza fiscale”,precisa Tranquillini.

I quindici giorni aggiuntivi, inoltre, saranno concessi solo se il centro di assistenza o il professionista hanno trasmesso, alla data del 7 luglio, almeno l’80% dei modelli precompilati oppure ordinari presi in carico dai contribuenti.

Per informazioni e appuntamenti è possibile contattare il numero unico per tutto il Trentino 0461/04011 inviando una mail ad accoglienza@cgil.tn.it o accreditandosi sul sito www.cgil.tn.it, sulla pagina Caaf.

Trento, 31 maggio 2016 







 

 

TORNA SU