NEWS

Alloggi sociali, detrazioni tra 450 a 900 euro

Tranquillini (Caaf Cgil del Trentino): la misura riguarda più di 10mila beneficiari in Trentino. Per ottenere lo “sconto fiscale” è necessario fare il 730 e a

Anche quest'anno i beneficiari di alloggi sociali possono ottenere sulla dichiarazione dei redditi una detrazione fiscale tra i 450 e i 900 euro. La misura in Trentino riguarda oltre 10 mila assegnatari di un appartamento Itea o di altri Enti che gestiscono immobili sociali.

Hanno diritto a questo sconto fiscale tutti i titolari di un contratto di edilizia residenziale pubblica che nel 2015 hanno avuto redditi da lavoro o pensione. La detrazione fiscale, in vigore per gli anni d’imposta 2014/2015/2016, permette di recuperare, nella busta paga o pensione 900 euro per chi ha un reddito fino a 15.493,71 e 450 euro per chi ha un reddito fino 30.987,41.

Caaf Cgil del Trentino ricorda che per ottenere questo bonus fiscale è indispensabile presentare il modello 730 e l’attestazione Itea o rilasciata da altro ente che certifichi che si tratta di un immobile sociale. “Da quest'anno – spiega Rosanna Tranquillini, amministratore delegato di Caaf Cgil del Trentino – grazie ad una convenzione possiamo scaricare direttamente presso i nostri sportelli l'attestazione. Dunque il contribuente che si rivolge a noi per la compilazione della dichiarazione dei redditi dovrà comunicare al nostro operatore semplicemente di essere titolare di un alloggio sociale. L'operatore a quel punto provvederà a stampare l'attestazione”.

Il bonus viene erogato direttamente nella busta paga o pensione di luglio o agosto.

Per informazioni e appuntamenti è possibile contattare il numero unico per tutto il Trentino 0461/04011 inviando una mail ad accoglienza@cgil.tn.it o accreditandosi sul sito www.cgil.tn.it, sulla pagina Caaf.

Trento, 27 maggio 2016





 

 

TORNA SU