NEWS

Le risorse dei Bim diano fiato a crescita economica e occupazione

Cgil Cisl Uil del Trentino: bene utilizzare questi soldi per far ripartire gli investimenti pubblici nei settori che maggiormente trainano economia e lavoro. Parte delle risorse siano destin

L’utilizzo delle risorse dei Bim per rilanciare gli investimenti pubblici va salutata con favore. Resta, però, il nodo di come effettivamente poi verranno spesi questi soldi”. I tre segretari generali di Cgil Cisl Uil del Trentino guardano con grande attenzione alla nuova proposta di utilizzo delle risorse dei Bim, ma pongono l'accento sulle ricadute in termini di crescita economica e occupazione. “E’ fondamentale – dicono Franco Ianeselli, Lorenzo Pomini e Walter Alotti - impiegare le risorse in opere che abbiano un’effettiva ricaduta sulla crescita economica e sull’occupazione. In questo senso serve rafforzare la regia sovracomunale nella programmazione degli investimenti pubblici degli enti locali sostenendo prioritariamente, in modo coordinato e non frammentato, le infrastrutture per il turismo (strade, parchi, giardini, arredo urbano, ospitalità, etc) e per l’innovazione (banda larga, connettività, digitalizzazione)”. Oltre a ciò, parte delle risorse debbono essere destinate a creare occupazione in modo diretto. “Chiediamo alla giunta provinciale e ai comuni di utilizzare le risorse dei Bim anche per i lavori socialmente utili, in particolare per l’intervento 19, che danno una risposta occupazionale ai lavoratori più deboli. Su questo fronte i lavoratori hanno già dimostrato grande senso di responsabilità con il contratto del Progettone. Oggi lo stesso debbono fare con coraggio anche Provincia,Comunità e amministrazioni locali”, concludono i tre segretari.

Trento, 26 maggio 2016 

 

 

TORNA SU