NEWS

Caso Pedergnana, il Patt e tutta la coalizione facciano subito chiarezza

Il segretario generale Ianeselli: “Questione da non banalizzare. L'antifascimo è il valore fondante della nostra democrazia” 

Manifeste simpatie per il fascismo non si possono liquidare come semplice goliardata giovanile. Mai. E soprattutto quando questi atteggiamenti appartengono a persone che ricoprono un ruolo di vertice in uno dei maggiori partiti della nostra Provincia, peraltro alla guida della coalizione di governo”. Franco Ianeselli, segretario generale della Cgil del Trentino non nasconde il proprio sconcerto di fronte al caso che coinvolge il neo presidente del Partito autonomista, Carlo Pedergnana. “Fatta salva la sensibilità politica di ognuno di noi, questa non può mai mettere in discussione l'antifascismo, valore assoluto e fondante della nostra democrazia. Annacquare o banalizzare gesti e affermazioni in contraddizione con questo valore rischia di svuotare il senso del nostro passato, le lotte di quanti, uomini e donne, si sono spesi per la libertà democratica”. Per questa ragione la Cgil del Trentino ritiene indispensabile che il Patt e tutti i partiti della coalizione di maggioranza condannino con fermezza quanto accaduto e prendano tutti i necessari provvedimenti.

 

 

 

 

Trento, 17 marzo 2016

 

 

 

TORNA SU