NEWS

Terzo Statuto, importante coinvolgere la comunità

Cgil Cisl Uil del Trentino rivendicano l'importanza della Consulta, “strumento democratico e partecipativo per innovare la nostra autonomia”

 “Se il percorso di definizione del Terzo Statuto sarà partecipativo la nostra Autonomia ne uscirà rafforzata”. Cgil Cisl Uil del Trentino sottolineano il ruolo chiave che la Consulta dovrà avere nell'aggiornamento dell'Autonomia, perché questa operazione non si limiti ad essere solo un recepimento delle modifiche costituzionali. Dunque, pur consapevoli che l'aggiornamento dello Statuto può seguire più strade, Cgil Cisl Uil del Trentino rivendicano l'importanza di un percorso democratico e concretamente partecipato. “Abbiamo di fronte un'operazione importante – sostengono i tre segretari generali Franco Ianeselli, Lorenzo Pomini e Walter Alotti – e la nostra comunità è abbastanza matura per partecipare a questo fondamentale passaggio che dovrà avare come punto di arrivo una nuova e innovativa fase per la nostra Autonomia”.

Le tre organizzazioni sindacali sono orgogliose di poter far parte della Consulta e, di fronte a quanti hanno sottolineato il rischio che l'organismo si trasformi in un cassa di risonanza di interessi di parte, ribadiscono che il sindacato parteciperà a questo percorso con responsabilità. “Faremo tutto il possibile per dare un adeguato riconoscimento a valori come il lavoro e la coesione sociale con l'obiettivo di contribuire insieme a tutti gli altri soggetti a peseguire l'interesse generale per la crescita della nostra comunità”, concludono Ianeselli, Pomini e Alotti.

 

Trento, 8 febbraio 2016

 

 

TORNA SU