NEWS

Itea, il maxi-sconto sia un’opportunità da non sprecare

Di fronte alla prospettiva di una significativa liberazione di risorse da destinare ai bisogni abitativi dei cittadini trentini, Cgil, Cisl e Uil non possono che compartecipare alla generale soddisfazione relativa al “maxi sconto fiscale” che salva Itea spa. L’edilizia pubblica sociale è un tema da sempre caro al sindacato che non ha mai smesso di intervenire sulle politiche abitative e di chiedere nuovi stanziamenti quando necessario. A fronte, quindi, della sostanziale equiparazione di Itea a Iacp (Istituto autonomo case popolari) che porterà la Spa in house (divenuta tale per ragioni di efficienza) ad evitare la sua riconversione da “privata” a “pubblica” con il rischio di trovarsi con ottanta lavoratori in esubero, ci felicitiamo per lo scampato pericolo. Insistiamo, però, sulla necessità di utilizzare virtuosamente e senza ulteriori procrastinazioni le risorse risparmiate – circa 4,5 milioni col regime fiscale degli Iacp – destinandole, oltre che al recupero di un numero ancora maggiore di appartamenti di risulta e alla riqualificazione degli immobili, alla realizzazione di nuovi alloggi a canone sociale che possono dare risposte concrete ai bisogni abitativi delle famiglie attualmente in graduatoria.

Trento, 19 novembre 2015

 

 

TORNA SU