NEWS

Filt del Trentino sostiene il Nepal

Oggi in direttivo la toccante testimonianza dell'alpinista Fausto De Stefani

E' stato un direttivo insolito quello di oggi per la Filt Cgil del Trentino. La categoria dei lavoratori dei trasporti e impianti a fune ha deciso infatti di sostenere il Nepal, donando 4mila euro del proprio fondo di solidarietà a sostegno del Rarahil Memorial school, il progetto umanitario dell'alpinista Fausto De Stefani.

 

E questa mattina De Stefani insieme al collega Alessandro Tamanini ha portato in direttivo la toccante testimonianza della situazione nepalese dopo il terremoto del 25 aprile scorso. Ma non solo. In modo appassionato De Stefani ha raccontato del Nepal e della sua gente, del suo progetto umanitario soffermandosi a più riprese sul valore dell'educazione scolastica “unico elemento di riscatto per quella popolazione”.

 

Fondato alla fine degli anni '90 Rarahil Memorial school ha permesso la realizzazione a Kirtipur, non lontano dalla capitale nepalese, di sei strutture scolastiche: una scuola primaria, una secondaria, un istituto professionale e una scuola d'arte. Sono stati realizzati inoltre un poliambulatorio, cucine, un convitto e un refettorio che fornisce fino a 1.200 pasti al giorno. “La nostra esperienza ci ha insegnato che anche con mille difficoltà e impedimenti, le cose si possono fare e si possono fare bene”. E ha aggiunto con franchezza: “Non possiamo essere noi a risolvere la situazione, ma possiamo impegnarci in piccoli progetti mirati che fanno la differenza per la popolazione”.

Dopo il potente sisma dello scorso aprile, in un Paese in gran parte distrutto, gli edifici della scuola sono rimasti tutti illesi e hanno riaperto le porte ai ragazzi appena 36 giorni dopo le scosse.

La scuola è diventata un punto di riferimento per la distribuzione di aiuti umanitari ed è attualmente anche la base di Emergency.

 

 

  

Trento, 14 ottobre 2015

 

 

TORNA SU