NEWS

Manifattura Tabacchi; Flai Cgil: "Trasferire a Rovereto le quote prodotte a Bologna"

Sindacati a Roma per la riunione del Coordinamento nazionale Bat

Manifattura Tabacchi; Flai Cgil: «All'esame dei vertici della Bat, allo stato attuale, non c'è alcuno studio relativo alla chiusura della Manifattura Tabacchi di Rovereto». Lo afferma il segretario generale della Flai Cgil del Trentino Stefano Montani, riferendo quanto emerso oggi a Roma nel corso della riunione sindacale del Coordinamento nazionale Bat. «Ciò non significa – prosegue - che da parte del sindacato siano venute meno le preoccupazioni circa il futuro dello stabilimento. Sappiamo che nella fabbrica trentina per il 2006 è previsto un calo di produzione, pari a 700.000 chili, cui fanno da contrappeso gli aumenti previsti per gli stabilimenti di Chiaravalle e Lecce. E' proprio alla luce di questo dato – aggiunge Montani - che chiediamo con forza che la quota prodotta nella fabbrica di Bologna – ora in fase di riconversione – sia “trasferita” alla Manifattura. Attorno a questo obiettivo si devono impegnare tutti i soggetti coinvolti nella battaglia per la difesa ed il rilancio di una fabbrica “simbolo” dell'industria roveretana» 10 marzo 2006

 

 

TORNA SU